Cosa fare ottimizzazione SEO on page su Google

Tutte le operazioni da svolgere per l’ottimizzazione SEO e posizionarsi su Google grazie alla SEO “fai da te”

Se sei approdato su questo articolo, sicuramente il tuo obbiettivo è quello di riuscire a raggiungere le prime posizioni su Google, aumentando così la tua visibilità e aumentando, consequenzialmente, i tuoi guadagni. Già, ma come fare? Che cos’è la così detta “SEO fai da te” e quali solo le principali operazioni da mettere in pratica?

Nelle prossime righe cercherò di spiegarti nella maniera più chiara possibile le tre fasi principali da affrontare se si vuole migliorare il posizionamento del proprio sito web su Google.

Che cos’è l’ottimizzazione SEO “Fai da te”?

La sigla SEO sta per Search engine optimization e significa ottimizzazione per i motori di ricerca. Con questa sigla si fa, dunque, riferimento, alla branca che racchiude tutte le tecniche e le operazioni per migliorare il posizionamento di un sito web. Il termine “SEO fai da te”, invece, fa riferimento a quei webmaster che, pur non essendo SEO professionisti, seguono corsi online, migliorando grazie agli stessi il posizionamento su Google del proprio sito web.

Ottimizzazione SEO “Fai da te”: tre step principali per il posizionamento su Google

I passi principali da mettere in pratica l’ottimizzazione SEO, come spiegato anche su Jfactor.it, se si desidera migliorare il posizionamento del proprio sito web e arrivare ad essere primi su Google sono:

  • Il lavoro sulle keywords;
  • L’ottimizzazione SEO on-site;
  • L’ottimizzazione SEO off-site, chiamata anche link building.

Il lavoro sulle keywords

Le parole chiave sono assolutamente fondamentali nel lavoro di SEO. Sono queste, infatti, che portano il nostro potenziale cliente direttamente a noi e, proprio per questa ragione, dobbiamo individuarle con precisione ed esattezza. Dobbiamo domandarci: che parole chiave potrebbe cercare un utente interessato al mio sito web?

Il mio consiglio, dunque, è quello di appuntarle su un foglio di carta o su un documento excel e di cercare per ciascuna media di ricerche mensili e competitività. Quelle che dovrete scegliere saranno le keyword poco competitive (e per le quali, dunque, è più facile posizionarsi) e con una buona media di ricerche mensili (perché ovviamente a noi interessa ottenere traffico).

L’ottimizzazione SEO on-site

Dopo inizia la fase più divertente, nella quale renderete il vostro sito interessante, performante al massimo ed estremamente accattivante per i vostri utenti. Ma come? Ecco le operazioni principali da eseguire nell’ottimizzazione SEO on-site:

  • Rendere il proprio sito web accessibile da qualsiasi tipo di dispositivo (quindi anche da tablet e smartphone);
  • Ottimizzare la struttura, affinché sia effettivamente performante e consenta agli utenti di navigare in maniera appropriata tra una sezione e l’altra del sito;
  • Inserire le parole chiave nei contenuti testuali, nel titolo, nel sottotitolo e nelle meta descriptions;
  • Ottimizzare video e immagini rendendole il più leggeri possibili e inserendo, anche in questo caso le parole chiave.

L’ottimizzazione SEO off-site

Una volta terminato il lavoro sul sito web vero e proprio si potrà passare ad accrescerne l’autorevolezza, e quindi il posizionamento su Google, tramite le operazioni di link building. Google, infatti, attribuisce un’autorevolezza a ciascun sito web e uno dei fattori con cui determina questo fattore sono i link esterni. Più un sito viene linkato da fonti autorevoli ed attinenti, più il sito web in questione ha autorevolezza e merita, dunque, di occupare le prime posizioni nei risultati di ricerca.

Questa operazione può essere effettuata attraverso l’inserimento in directory di settore o attraverso lo scambio di link con altri siti web che si occupano della stessa materia. Un’alternativa interessante è rappresentata anche dai siti web che permettono l’inserimento di comunicati stampa, laddove si può inserire un articolo che parli di un argomento affine al vostro che contenga, per l’appunto, un link che rimandi al vostro sito web.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *